Bici da corsa | BDC-forum.it - Guida agli attrezzi necessari per la riparazione
MAG | FORUM | MERCATINO | TRAINING CAMP | FOTO | ALLENAMENTO | MTB | SCATTO FISSO


Torna indietro   Bici da corsa | BDC-forum.it > Articles

   Guida agli attrezzi necessari per la riparazione
Non hai i permessi necessari per fare questa azione Non hai i permessi necessari per fare questa azione Non hai i permessi necessari per fare questa azione Non hai i permessi necessari per fare questa azione Non hai i permessi necessari per fare questa azione Non hai i permessi necessari per fare questa azione
Cosa mi serve? Per cosa? Quì le risposte....!
   Intero articolo
Premessa:
come disse Battiato "è lontana da me l'idea di Evangelizzare", pur essendo un professionista (oddio, manco mi piace dirlo, ma è così) posso dare dei consigli sulla base di quello che è il mio lavoro quotidiano.
Le immagini ed i link quì postati sono a fine divulgativa, non pubblicitaria. Da cui, per cortesia non dovete manco muovere il quletto ma solo il mouse e cercare (con Google, o sguinzagliate un furetto che forse fa prima....) il nome di tale prodotto. E' facile, dai!



Ora facciamo i seri



Il primo punto da considerare, è il livello di manutenzione che volete fare, subordinato alle vostre capacità, ed alla vostra voglia di imparare.
Gli attrezzi buoni costano un poco, alcuni molto specifici possono costare davvero tanto e non essere quasi mai usati. Tuttavia i buoni attrezzi, considerando un uso "casalingo" durano decenni e la spesa iniziale si può considerare "per sempre", avendo solo da integrare nella propria cassetta di attrezzi gli inevitabili estrattori per i nuovi standard (parola che ormai è priva di significato )

Il secondo punto è su COSA andrete a lavorare. Nello specifico, se avete solo Shimano su BDC ed Mtb, gli attrezzi per i componenti Campagnolo non vi saranno utili, a meno di non volere lavorare su bici di amici/conoscenti.

Il terzo punto, è quello di costruirsi la propria dotazione di attrezzi in base alle effettive esigenze. Ovvio che le "cassette" di attrezzi contengono un pò di tutto per accontentare il maggior numero possibile di persone, ma è anche vero che la qualità non è ottimale.
Quello che io vi propongo (e non consideratemi un profeta!!!) sono attrezzi che ho provato, e che vi garantisco funzionano.

Ok, si parte...!

 


Dotazione di base (valida per tutti gli utilizzi, salvo diversa indicazione):

  • set completo di brugole da 1,5 a 6mm (tipo il ParkTool folding AWS10, ottimo e non si perdono le brugole piccole in giro!)
  • brugole da 4,5,6mm di tipo professionale "ball-end" in acciaio decente (che non si deforma dopo 4 volte che l'hai usato), è bene avere queste misure in modo che siano doppie rispetto alle brugole di cui sopra.
    n.b.: il tipo di cui sopra è chiamato "P-Grip", ma esistono anche di tipo "T-Grip".
    Io trovo più pratiche le P-Grip in quanto hanno due lati utilizzabili anzichè solo uno.
    Ed ancora, il lato "Ball-End" non a caso è sul lungo, perchè fatto per accedere in posti angusti (fino a 30° fuori asse), e non va usato per svitare/avvitare a fondo! Questo perchè non fa presa su tutta la profondità della sede esagonale del bullone su cui lavorate
  • brugola a manico lungo da 6 e da 8mm (molto buona quella Shimano TL-WR38), notate come il lato corto sia molto corto: il motivo è che riduce il rischio di andare fuori-asse mentre si svita....capita spesso, con i pedali, ad esempio!
  • giranipples Park Tool o DT ( quello rosso per 2.0 e quello nero per 1.8). Vi sconsiglio quelli multipli "tondi", non sono di buona qualità e per nulla precisi. Arrotondare il Nipple diventa molto probabile con un giranipples impreciso
  • smagliacatena di buona qualità: ottimo il ParkTool CT3 o Shimano TL-Cn27, costano un pò ma durano una vita. Anche quello della Cyclus va bene.
    Non fatevi fregare: facendoci la mano TUTTI gli smagliacatena che ho indicato fanno TUTTE le catene: 1/8 (tranne quelle molto larghe da BMX), 6/7/8/9/10 velocità
    Solo il nuovo Campagnolo 11v richiede uno smagliacatena specifico (e solo quello), perchè il piolino di chiusura va ribattuto

  • tagliacavi (o tronchesi per uso professionale, per intenderci quelle con cui i carpentieri tagliano i chiodi!), con il tagliacavi specifico potete tagliare le guaine senza schiacciarle
  • chiavi combinate (cioè da una parte sono aperte, dall'altra sono chiuse con l'interno a forma di stella, dette anche "poligonali") da 8,9,10,13,14,15,17. Possono servirvi anche 11, 12 e 16; avere 8,10,15 e 17 doppie rende la vita più comoda.
    Una chiave da 32 per serire sterzo e giarare gli estrattori m.c., etc, fa comodo
  • chiave regolabile a rullino. Evitate quelle "cinesi" che hanno gioco eccessivo tra le ganasce. 25cm vanno bene.
  • cacciaviti a stella e croce; grande e piccolo di entrambi
  • pinza a pappagallo ed a becchi sottili
  • una pinza autobloccante leva da tanti impicci, una volta usata non se ne può più fare a meno! Ottima specie per bulloni piccoli, o con la testa rovinata
  • la pinza per anelli "segger" può fare comodo
  • magari una morsa a banco (toglie da tanti impicci!)
  • lima semitonda, più un set di limette assortite: una piccola tonda serve sempre
  • martello (300-400gr va bene)
  • bullino, fa sempre comodo 8-)
  • punteruolo (si fa con un vecchio raggio, piegato a manico ed appuntito), si usa ad esempio per rifare il foro nelle guaine appena tagliate
  • leve cacciagomme (buonissime quelle Campagnolo, buone anche quelle ParkTool o Pedro's, quelle "michelin" o "continental" che spesso danno in omaggio vanno bene uguale, anche se flettono). Non usate quelle in metallo: rovinano il cerchio e non riescono ad "agganciare" bene perchè troppo spesse in punta
  • pompa da officina
  • kit di pezzette (TipTop o Weldtite, lasciate perdere le marche scadenti!)
  • un metro a nastro fa sempre comodo, un righello pure (specie sulla BDC per allineare le leve freno, prendetelo da 45+ cm)
  • un compressore è una cosa cosa che fa davvero molto comodo, specie perle operazioni di pulizia, in quanto "spara" via i residui di detergente/sporco dagli angoli inaccessibili

Lubrificanti e detergenti:

  • olio leggero Spray (TF2 teflon spray/GT85), NON Svitol! ;)
  • olio denso (FinishLine Wet, TF2 Wet, PhilWood Tenacious, WhiteLighting Epic)
  • penetrante/sbloccante (Svitol/WD40)
  • grasso al teflon (FinishLine/Weldite) a bassa consistenza:
    da usarsi un pò ovunque, non ha grande resistenza al dilavamento e secca dopo un pò, ma nessuna controindicazione. Meglio usare la pistolina ingrassatrice: applicazione precisa e risparmio di prodotto! E' più adatto nelle parti in movimento "veloce" (mozzi, ad esempio).
  • grasso al litio (un pò tutte le marche) ad alta consistenza:
    da usare particolarmente dive si richiede protezione tenace e durata, e protezione dalla corrosione prima ancora che la lubrificazione. Da cui, filetti del m.c.; assemblaggio di s/s; meccanismi di r/l a filetto NON sigillati (NON nei cricchetti del corpetto r/l di sistemi a cassetta quindi); filetti assi ruote; reggisella (purchè non in carbonio); etc
  • pasta specifica per componenti in carbonio (FinishLine FiberGrip/Tacx Carbon Compound) molto utile in caso di componenti in carbonio, o parti molto leggere in cui non si può esagerare con la forza di serraggio. Offrono un aumento del "grip" delle zone di contatto. Se le zone sono già belle "strette" all'inserimento si possono miscelare 50/50 con grasso
  • detergente per pulizia generale (Arexons Fulcron, Chante Clair, pulitore auto, fate voi...)
  • detergente specifico per sgrassaggio (petrolio bianco, Citrus Degreaser, MucOff degreaser)
  • Trielina o diluente nitro possono servire (usare con cautela)
  • lavacatena Barbieri

 

 
Ora passiamo agli strumenti più specifici!

Sarebbe inutile dividere gli attrezzi tra Shimano/Campagnolo/BDC/MTB, etc, in quanto alcuni attrezzi si possono usare in varie occasioni.
Ritengo più semplice dividere "in zone", poi ognuno farà la propria scelta in base alle esigenze.
Per "capire cosa si ha addosso" sulle bici, seguite questi articoli:

Faranno comodo anche:


Zona Sterzo:
  • Su più o meno tutti gli attacchi, specie AHead-Set:
    Inserti a Brugola da 4/5/6mm da 1/4 o 3/8 per la chiave dinamometrica (caldamente raccomandata su componenti molto leggeri e/o in carbonio).

    La Dinamometrica basta che sia di buona qualità, meglio se indicata come "certificata": non vi occorre cmq un serraggio preciso al 3%
    Scegliete un modello base, ma certificato, che vada dai 3-4Nm ai 20-25: coprirà tutto il campo di applicazioni per cui vi serve: attacchi e collare piega, collare reggisella, morsetto sella, fascetta deragliatore, etc.
    Solo per m.c. e pedali occorre una chiave che vada sopra i 30Nm, ma non sono operazioni che si fanno di frequente; ed il filetto dei pedali non è critico per quanto riguada la coppia di serraggio (e qualora lo fosse potete usare la Dinamometrica "piccola" regolata al massimo)
    N.B.: la maggior parte delle chiavi Dinamometriche vengono indicate come "reversibili".
    Fate attenzione poichè di "reversibile" c'è solo il cricchetto, ma la funzione Dinamometrica funziona solo in UN verso (quello orario).
    Le uniche chiavi dinamometriche capaci di operare in entrambi i versi, che io conosca, hanno la parte dove si innestano gli inserti estraibile, che va girata a seconda del verso in cui si deve fare la lettura. Vedere le Norbar o Williams

  • Chiave piatta da 32/36, per serie sterzo filettate
  • Pompa per forcelle ammortizzate
  • Opzionali:
    -attrezzo per inserire il ragnetto sui cannotti in acciaio/alluminio (in foto il Park Tool NS1, ma vanno bene tutti)
    -guida per il taglio del cannotto (ottima anche per tagliare manubri e reggisella)
    -attrezzo per rimuovere le calotte (lo si può fare con un vecchio reggisella in acciaio)
    -pressa per le calotte s/s, utile anche per i m.c. da Bmx "press-fit" (o "spanish") e per pressare cuscinetti a cartuccia (un buon trucco è quello di usare i vecchi cuscinetti come "base di spinta")
    -pressa per il cono forcella (perchè non va messo col martello, che si rovina la pista di scorrimento!)
    -se siete milionari le frese per il tubo sterzo e l'estrattore per il cono forcella (utile anche per i cuscinetti Campagnolo UT)
Zona pedivelle/M.C./pedali:
  • chiave per pedali, è più sottile e con manico lungo, necessaria per avere una buona leva!
    In foto la Ice-Toolz, decente. Ottima la Park PW3 con due angolazioni diverse (15 e 17°),  meno buona la PW4 più semplice ed economica (e meno efficace, l'angolo di 90° non mi trova daccordo, c'è un motivo per cui tutte le chiavi sono angolate a 15°...!).
    Molti pedali recenti usano solo una brugola da 6 o 8mm accessibile dalla faccia interna della pedivella. E' necessario che tale brugola abbia un manico lungo e la parte "di lavoro" corta, per un migliore guadagno. Utile avvolgersi la mano con uno straccio (per porteggersi da tagli e botte sulle corone) quando si rimuovono i pedali: possono essere "piantati" e c'è da fare molta forza!

  • Estrattore per pedivelle
    Consultate la guida per sapere che tipo avete.
    Ad esempio, l'estrattore pedivelle non serve nelle pedivelle con m.c. "integrato" o a "cuscinetti esterni" (Shimano Octalink II / FSA MegaExo / Truvativ-Sram GXP / Campy U.T. / RaceFace X-Type etc)), e l'estrattore deve essere adatto al tipo di perno del vostro m.c.: Perno Quadro o Isis? ;)

    In questa foto il tipo più comune, diciamo cloni del glorioso estrattore Campagnolo.
    Buono anche il Park CWP6, che fa entrambi gli standard.
    Molto diffuso il Park (CP4 -nero- per Isis o Cp2 -blu- per perno quadro), ma che personalmente sconsiglio: la leva è solidale col perno, quindi non la si può portare all'angolo che risulta più efficace per stringere.... in parolo povere se la leva, al momento in cui comincia ad avere resistenza, si trova a 180° dalla pedivella, siete in una posizione di leveraggio sfavorevole. Con un estrattore da girare con la chiave, mettete la chiave ad angolo giusto ("schiaccianoci") per usare il massimo guadagno.

    Evitate quelli marchiati Pro, Cyclepro, BBB o simili, la leva è molto sottile e flette...
    Raccomando di evitare attrezzi scadenti per questo lavoro, un estrattore scarso e/o usato male porta a rovinare il riporto filettato sulla pedivella. E quando questo succede, l'unico modo per togliere la pedivella è il "ragno" usato in meccanica auto, o il taglio della pedivella.
    Fate un pò voi, se costa più una nuova pedivella o una estrattore, o farsi consigliare su come fare...!

    Se in dubbio su quale vi serve, comprate quello per m.c. perno quadro e poi aggiungete il "bottoncino" Shimano TL-FC15 per i perni Isis/Octalink che hanno un foro più largo.


  • Estrattore per il m.c.
    (anche quì, guardate la guida)

    Altamente raccomandato, per i m.c. NON a calotte esterne (Perno quadro ed Isis a cartuccia, quindi), è questo attrezzo della Pedro's che tiene l'estrattore pressato, da usare con i tipi "aperti" che si girano con la chiave, non con i tipi da montare sul cricchetto.

    N.b.: i tipi da usare col cricchetto sono gli unici che possono essere usati con la chiave dinamometrica

    -Perno quadro/Isis/Octalink (Shimano e simili)
    In foto lo Shimano TL-UN32, uguale al Park BBT32; entrambi vanno bene sia per perno quadro che Isis, ci sono un sacco di cloni simili che vanno bene cmq.
    Park BBT22, assicuratevi che sia il "22" e non solo "2", quest'ultimo aveva problemi con perni Isis lunghi. Qualità molto buona, da usare col cricchetto da 3/8" o chiave da 26 (tipo il FRW1)
    Eldi (spesso rimarchiato) da usare col cricchetto 1/2" o chiave da 26, non va bene sui perni Isis lunghi più di 108mm
    Tacx (in foto il 4415 -nero- per perno quadro, il 4430 -verde- per perno Isis), qualità buona, la molla che li pressa sul perno è forte e fa il suo dovere. Da usare con chiave da 32.

    -Perno quadro Campagnolo
     
    Si usano due diversi tipi di estrattore per il perno quadro:

    *Xenon/Mirage/Veloce/Centaur usano il "six-notch", interfaccia comune anche per SKF/Kinex/Thun.
    Come estrattori, buonissimo il Tacx TL4425 o il Cyclo, evitate quelli tipo il Park BBT4, che non pressano sulla calotta.
    Nota: dal 2008 il m.c. Centaur (calotte nere) usa la stessa interfaccia Record/Chorus

    *Chorus/Record/Athena (ed il Centaur post-2008, ed anche i Miche) usano la stessa interfaccia della ghiera pignoni Campy, o della r/l Shimano HG (NON il pacco pignoni HG!), con il foro di uscita più largo per far spazio al perno m.c. (infatti il Park BBT5 è uguale al FR5, ma più corto e col foro più largo).
    Anche quì, il Tacx Tl4420 o il Park BBT5 vanno benissimo.

    -Perno quadro a calotta regolabile (Shimano, Campagnolo, Sugino)
    Tipologia non più in uso, sostituita dai m.c. "a cartuccia" in cui i cuscinetti non sono regolabili.
    Tutt'ora usata solo come parti Vintage, di qualità ottima e dalla scorrevolezza sorprendente (spesso le piste di scorrimento sono lucidate a specchio!).
    O su bici di bassissima gamma, si tratta di unità molto economiche nelle quali è spesso necessario avere un piccolo gioco pur di avere una scorrevolezza perlomeno accettabile.
    Si nota come dal lato sx vi sia una ghiera di serraggio, e la calotta presenti 6 fori, od un riporto in cui inserire una chiave piatta (tipicamente da 17).
    Il lato dx è fisso, e richiede un utensile speciale per l'installazione e la rimozione, visto il suo basso profilo; con normali chiavi non lo si riesce a rimuovere in quanto "saltano" via.

    -
    Isis Truvativ/AM Classic/(ed altri)
    in foto il Park BBT18, da usare con la chiave da 32, ottimo anche il Truvativ TLT100 "BB x-tool" massiccio, da usare col cricchetto da 1/2" o bloccabile in morsa.

    -Cuscinetti esterni

    Shimano Octalink II / FSA MegaExo / Truvativ-Sram GXP / Campy U.T. / RaceFace X-Type etc...usano tutti *(vedi sotto le eccezioni) lo stesso pattern a 16 righe, quindi lo stesso attrezzo!
    In foto la Park BBT19, la migliore. A seguire Truvativ TLT200 (massiccio e potentissimo, ma che non arriva a fare le calotte Campy UT), così come il Pedro's le avvita ma la presa non è ottimale).
    La Shimano TL-FC33 o l'attrezzo della Ice-Toolz, sono i peggiori che ho provato: troppo poco profonda la presa sulle calotte, e non vanno bene per le calotte Campagnolo U.T.
    Al limite anche Shimano TL-FC32 va bene, anche se personalmente preferisco gli estrattori "a coppa" da usare col cricchetto, hanno una migliore presa sulle calotte, e permettono l'uso della chiave dinamometrica.

    n.b.: l'Octalink II richiede anche il TL-FC16 per il "tappo" della pedivella Sx.
    Il Campy UT invece richiede una brugola lunga da 10mm (tipo la UT-BB110) o un inserto lungo almeno 80mm da usare con la dinamometrica.
    Ancora, le Shimano XTR 970 richiedono il TL-FC35 e TL-FCM970 per la pedivella Sx.

    *si è parlato del pattern a "16 righe" delle calotte esterne. Al momento, l'unico modello che ho trovato diverso dal solito (a parte le Campagnolo, che hanno l'unica differenza di avere le "righe" molto all'interno, e richiedono quindi un attrezzo che sia abbastanza profondo), è la calotta FSA Omega. Il pattern è uguale ma le misure differiscono di pochissimo: in pratica, le scanalature sono di una frazione di mm meno profonde della norma, rendendo così impossibile usare gli attrezzi sopra citati.
    Il rimedio? In officina abbiamo preso una delle tante Shimano FC32 che abbiamo in giro, ed UNO AD UNO abbiamo limato di una frazione di nulla, sempre nello stesso verso, tutti i dentini. Funziona bene, e lavorando di fino con la lima per avere i dentelli lisci, non si rovinano neppure le calotte.
    Un "vaff....!" ad FSA è dovuto! ;)
Zona sella:
  • Piccola livella (per mettere in bolla la sella)
  • Brugola da 4/5/6, magari inserti da 1/4 o 3/8 per la chiave dinamometrica (caldamente raccomandata su componenti molto leggeri e/o in carbonio)
Zona ruote:
  • Chiavi a sogliola per i coni dei mozzi (solo se avete mozzi con coni/sfere registrabili)
  • Chiave a pin per regolare il gioco sulle ruote Mavic (utile anche per i m.c. vecchio tipo, regolabili)
  • Giranipple
    Molto buoni i Park Tool o anche gli Unior
    Di norma, il colore viene così usato:
    -nero per nipples da 1.8mm (15g), ma a volte sta anche nel 2.0mm bello stretto
    -rosso per il 2.0mm (14g)
    -verde per il 2.3mm (13g)
  • Giranipple per ruote Mavic (strada o Mtb Ust)
  • Estrattore per pacco pignoni o r/l:

    -Pacco pignoni Shimano HG  (e compatibili: Sram/Mavic/Marchisio/etc, più Ghiera dei Dischi Center-Lock), estrattore HG

    -Pacco pignoni Campagnolo: il tipo lungo in foto fa anche la r/l Shimano multipla (ma non il m.c. Campy Record/Chorus per il quale si usa il Park BBT5 o simili), ed è usato anche nelle ruote Fulcum strada con corpetti Shimano.

    -R/L multipla, tipo Shimano/compatibili (moderne) TL-FW30 o simili

    -R/L singola (moderna) tipo Shimano/ACS/etc. usate su s/s o Bmx da 16t in su, richiede un estrattore 4 tacche.
    Se è una r/l singola per Bmx con meno di 14t, si usa questo estrattore.

    -R/l singola o multipla tipo vecchio (due tacche) attenzione alla marca, possono essere diverse: 1-3 velocità 2 tacche o 1 velocità 2 tacche .
    Di norma MOLTO rognose da rimuovere, in quanto le due sole tacche di ingaggio sono poco profonde. E' assolutamente necessario pressare molto forte l'estrattore con due rondelle larghe ed il dado dell'asse del mozzo
    .....auguri!


    N.B. : nelle r/l sono spesso visibili due "forellini" sulla parte frontale.
    Questi servono per rimuovere il solo "coperchio" della r/l per lubrificare i cricchetti ed i pallini, e NON per rimuovere l'intera r/l!


  • chiave a frusta per tenere fermi i pignoni quando si smonta la ghiera.
    Pignoni a 10v richiedono una frusta stretta (fatta quindi con una catena 10v), che va bene anche per tutti i tipi di pacchi pignoni 6/7/8/9 velocità.
    Viceversa, pignoni da pista (1/8", o anche quelli delle vecchie r/l a 3 o 5 velocità) non entrano in una frusta stretta (6/7/8/9/10v).
    Calcolate quindi cosa usate più di frequente.

  • Chiave a frusta per montaggio/smontaggio pignoni fissi da pista (ottima la TL-SR22 che ha anche "l'uncino" per il controanello)
 
   Articolo generale

Voti: 7, Punti: 35, Votazione: 5.00
#2 in Bici da Corsa
#6 fra tutti
   A riguardo dell'autore

gattonero
Princeps Mechanicorum
Articoli: 8
Voti: 15, Punti: 70
Votazione: 4.67/5
   Articoli migliori dell'autore
»Guida agli attrezzi necessari per la riparazione  
Categoria: Bici da Corsa, Posted on 07-09-2008
   Ultima recensione
»   

Posted on 07-09-2014 di billox
   Related Articles
»procedure fotografiche  
Posted on 08-03-2011 di vissiv
»T  
Posted on 11-11-2009 di gianni.tendola
»File Excel per calcolo sviluppi metrici, cadenze, pignoni e velocità  
Posted on 14-12-2007 di bart651838
»Bici a scatto fisso  
Posted on 05-12-2007 di Lanerossi
»Guarnitura campagnolo centaur carbon o Fulcrum?  
Posted on 04-10-2014 di alessandro7306

   Menu dell'utente

vbArticles has been MadeByMary
copyright 2008 bdc-forum.it

Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 12:31:38.


Powered by vBulletin®
Copyright ©2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
User Alert System provided by Advanced User Tagging (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2017 DragonByte Technologies Ltd.
bdc-forum.it 2004-2016, tutti i diritti riservati.
Single Sign On provided by vBSSO